Miti e fatti che devi conoscere sui rimedi di erbe

Molti devoti di erbe hanno spesso un’idea errata comune secondo cui i rimedi erboristici sono sicuri e non causano alcun effetto collaterale. Ma la verità è che portano gli stessi rischi per la salute della medicina moderna e possono causare danni considerevoli.

In effetti, le insidie dell’utilizzo di rimedi erboristici sono molte e ci sono molti miti da cui fare attenzione! Quindi, se desideri provare alternative alle medicine moderne, è importante che tu conosca tutti i fatti.

Di conseguenza, in questo articolo, voglio discutere alcuni dei malintesi più comuni sui medicinali a base di erbe.

Le medicine a base di erbe sono naturali quindi non possono essere dannose.

Bene, è vero che vengono dalla natura, ma questo non significa semplicemente che sono tutti innocui e sicuri. Tutti i frutti e le verdure che mangiamo sono ottenuti dalla natura, ma questo significa che non possono causare problemi al nostro corpo. Certo, certo che possono! Anche una cipolla può turbare il tuo stomaco se ne mangi più.

Molti dei nostri farmaci moderni derivano da piante medicinali. Se la medicina erboristica non può causare alcun danno a causa di sostanze naturali, non è strano che quelle stesse sostanze isolate e / o sintetizzate stiano diventando dannose.

Le erbe non hanno effetti collaterali.

Senza offesa, ma è una palese bugia che i produttori di questi rimedi pubblicizzano per promuovere i loro prodotti. Certo, le erbe possono causare gravi effetti collaterali. In effetti, la maggior parte dei professionisti esperti sono preoccupati per alcuni dei gravi effetti avversi (ad esempio dermatite da contatto, perforazione del colon, epatotossicità, coma e morte) di preparati a base di erbe.

Nome comune Effetti collaterali
Aloe vera Potenzialmente cancerogeno; può causare dolori addominali, diarrea e gravi reazioni allergiche
Ginseng Più comunemente, disturbi del sonno e mal di testa; meno comunemente, sanguinamento vaginale, dolore al seno, reazioni allergiche e altri effetti collaterali
Ginkgo biloba EGravi effetti collaterali: sanguinamento; effetti collaterali minori: disturbi di stomaco, costipazione, capogiri, mal di testa, aumento della frequenza cardiaca e reazioni allergiche
Erba di San Giovanni Fotosensibilità o grave scottatura solare (se assunto in grandi dosi); Altri effetti indesiderati comuni comprendono disturbi del sonno, secchezza delle fauci, disturbi gastrointestinali, affaticamento, ansia, mal di testa, vertigini e reazioni allergiche
Café Danno epatico, sedazione, sintomi di discinesia tardiva, reazione distonica acuta e gravi reazioni allergiche
Ephedra Ipertensione, ritmo cardiaco anormale, infarto, disturbi del sonno, mal di testa, ansia, palpitazioni e convulsioni

Il motivo per cui non conosci questi effetti collaterali è l’incompetenza normativa! La Food and Drug Administration degli Stati Uniti e altre importanti autorità regolatorie di tutto il mondo non richiedono alcuna divulgazione di effetti avversi sulla monografia dei prodotti a base di erbe. Pertanto, i produttori non hanno l’obbligo di informare i consumatori sui possibili effetti collaterali associati ai loro prodotti.

Inoltre, i rimedi a base di erbe non sono regolati con lo stesso rigore scientifico richiesto dalle medicine moderne. Quindi, non vi è alcuna garanzia che il prodotto che hai acquistato contenga esattamente ciò che è elencato sull’etichetta. Può essere contaminato da impurità (ad esempio pesticidi, germi o metalli tossici) o fatto di sostanze che non sono affatto scritte sull’etichetta.

I prodotti a base di erbe non sono droghe.

Bene, credo che sia un grosso difetto normativo che qualsiasi agenzia consideri ancora i prodotti a base di erbe come integratori alimentari piuttosto che come farmaci. Ciò significa che i produttori non devono fornire alcuna prova di sicurezza ed efficacia prima di immettere i loro prodotti sul mercato, in quanto non sono soggetti al processo di approvazione da parte delle autorità di regolamentazione. Devono solo dimostrare che i loro prodotti sono sicuri per il consumo umano. Pertanto, i produttori non hanno alcuna responsabilità di mostrare alcuna prova a sostegno di ciò che rivendicano.

I rimedi di erbe non interagiscono con la medicina moderna.

Questo è un mito spaventoso. Ci sono alcune interazioni davvero serie a cui prestare attenzione. Numerosi studi hanno dimostrato che un certo numero di prodotti a base di erbe possono interagire con altri farmaci, erbe o alimenti. È stato anche riferito che le interazioni tra erbe e farmaci possono alterare l’efficacia e la biodisponibilità dei farmaci da prescrizione.

Voglio darti un buon esempio su questo. Hai familiarità con le statine? Alcuni dei nomi che potresti riconoscere sono lipitor e crestor. Nel mondo delle erbe, anche il riso rosso fermentato è considerato una statina.

L’interazione avviene attraverso goldenseal, un’erba spesso usata come stimolante immunitario. Non è la cosa migliore per questo scopo, ma è spesso in bundle con Echinacea, che è anche usato per aiutare a rafforzare il sistema immunitario. Se le statine e il goldenseal sono presi insieme, è probabile che si verifichino seri danni muscolari e l’insufficienza renale è possibile. Ciò potrebbe essere dovuto alla berberina trovata in goldenseal.

 

No votes yet.
Please wait...