Cosa aspettarsi dalla chemioterapia?

La chemioterapia è uno stile di vita per milioni di malati di cancro in tutto il mondo. Anche se non è necessariamente una cura per il cancro, è un trattamento standard offerto ai malati di cancro, che coinvolge le cellule cancerogene attaccate e uccise.

La chemioterapia viene utilizzata insieme alla chirurgia o alla radioterapia a seconda del tipo di tumore e della sua posizione. È disponibile in varie forme di dosaggio, tra cui compressa, capsula e iniezione.

Cos’è la chemioterapia?

La chemioterapia, chiamata anche terapia citotossica, è un trattamento farmacologico sistemico, che può raggiungere le cellule tumorali che possono diffondersi in tutto il corpo.

In passato, qualsiasi trattamento offerto per trattare il cancro era etichettato come chemioterapia. Tuttavia, poiché sono venuti in superficie trattamenti alternativi, il concetto di chemioterapia è cambiato. Nel mondo di oggi, quando le persone si riferiscono alla chemioterapia, generalmente la riconoscono come un trattamento che mira a uccidere le cellule cancerose.

Con i progressi della medicina moderna, oggi una varietà di agenti chemioterapici sono stati sviluppati per uccidere le cellule cancerose. Questi farmaci sono classificati a seconda di come funzionano.

Come funziona la chemioterapia?

Quando un tumore maligno si forma nel nostro corpo, le cellule cancerose si diffondono dal tumore originale per formare nuovi tumori. La chemioterapia aiuta a fermare la diffusione di queste cellule nel corpo. Tuttavia, il meccanismo specifico per il modo in cui la terapia funziona per uccidere il cancro dipende totalmente dall’agente chemioterapico utilizzato.

Ad esempio, un antimetabolita può interferire con la divisione cellulare inibendo la sintesi del DNA nel nucleo della cellula. Un agente alchilante, come la ciclofosfamide, può causare danni ai filamenti di DNA, che alla fine determinano la morte cellulare.

I regimi di chemioterapia spesso combinano agenti chemioterapici di classi diverse in modo che le cellule tumorali vengano attaccate con diversi meccanismi di azione, aumentando così l’effetto e diminuendo la resistenza.

Significato della chemioterapia nel trattamento del cancro

La chemioterapia può essere utilizzata in vari modi. Mentre la chemioterapia curativa ha lo scopo di curare completamente il cancro, in altri casi, la terapia può essere utilizzata per rendere più efficaci altri trattamenti, ad esempio, se usati in combinazione con radioterapia o chirurgia.

La chemioterapia aiuta anche a rendere sopportabile la condizione generale di un paziente quando il cancro raggiunge uno stadio incurabile e avanzato. Questo fa parte di ciò che è noto come cure palliative nell’ambito della chemioterapia, che mira a rallentare la progressione del cancro e alleviare il dolore del paziente.

Nel trattamento del cancro, a volte un paziente verrà sottoposto a chemioterapia aggiuntiva. Questa terapia aggiuntiva è necessaria solo per ridurre le probabilità di recidiva del cancro.

Cosa puoi aspettarti dalla chemioterapia?

Mentre la chemioterapia ha aiutato decine di pazienti in tutto il mondo a riprendersi dal cancro, il trattamento stesso presenta alcune battute d’arresto.

In effetti, la chemioterapia è completamente opposta alle terapie mirate, trattamenti che curano il cancro prendendo di mira specifiche cellule tumorali. I farmaci usati nella terapia di solito non sono specifici per le sole cellule tumorali. Provocano danni a molte cellule normali del corpo e a diversi tipi di tessuti. Ciò significa che le celle che non devono essere attaccate vengono distrutte.

Di conseguenza, questo può portare a una vasta gamma di effetti collaterali, tra cui soppressione del midollo osseo, aumento del rischio di infezioni, nausea e vomito, mucosite, affaticamento, tossicità epatica, malattie della pelle, danni ai nervi, tossicità polmonare, neurotossicità, cardiotossicità, disfunzione cognitiva, tossicità renale, disfunzione sessuale, infertilità e tumori secondari.

Anche i malati di cancro perdono i capelli a causa di reazioni avverse da parte di farmaci chemioterapici, poiché i farmaci potenzialmente attaccano le cellule a crescita rapida responsabili della crescita dei capelli.

Tuttavia, gli effetti collaterali della chemioterapia variano da persona a persona. Mentre alcuni potrebbero trovarli lievi, altri potrebbero avere più difficoltà quando li subiscono, con alcuni che ritengono che il dolore sia estremamente severo e testante. Questo spiega perché alcuni pazienti hanno rinunciato al trattamento, anche se sapevano che le loro vite si sarebbero ridotte.

Fortunatamente, una volta terminato il trattamento, la maggior parte di questi effetti collaterali si attenua.

In termini di futuro, medici e scienziati hanno continuato a sviluppare strategie per ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia. Un potenziale trattamento del cancro che è stato lavorato è una “bomba intelligente”, che prevede che solo le cellule cancerose vengano attaccate e che le cellule sane vengano lasciate in pace.

Nel frattempo, gli scienziati a Londra hanno recentemente svelato una tecnica che prevede il blocco degli enzimi sensibili all’ossigeno e la combinazione di inibitori del PHD2 con la chemioterapia per rendere la chemioterapia più efficace mantenendo al minimo gli effetti collaterali. Si dice che la fuoriuscita dei vasi sanguigni possa essere responsabile dell’inefficienza della chemioterapia, poiché impediscono a tali farmaci di raggiungere le cellule cancerose.

No votes yet.
Please wait...